Livia MazzantiFin dagli esordi a Roma, negli anni '80, Livia Mazzanti ha rivelato un ampio orizzonte interpretativo proponendo pagine organistiche di rara esecuzione e amando suggerire, nei suoi programmi di concerto, possibili affinità tra epoche e linguaggi diversi.
Diplomata in pianoforte, in organo e in composizione organistica, ha ricevuto poi un impulso decisivo dall'incontro con compositori quali Giacinto Scelsi e, più tardi, Jean Guillou sotto la cui guida si è a lungo perfezionata in Francia.
Premio Speciale della Giuria per le qualità musicali al Concorso Internazionale d'Organo di Roma del 1985, vince nel 1988 una Borsa di Studio del Governo francese e si stabilisce a Parigi dove, l'anno seguente, le verrà conferito à l'Unanimité du Jury il Diplôme de Concert della Schola Cantorum.
Da allora la sua attività si svolge tra l'Italia e la Francia, conducendola a prodursi nella maggior parte dei Paesi europei, negli Stati Uniti, in Medio Oriente.
Sono sue l'ideazione e la direzione artistica di MUSICOMETA, il festival che ospita a Roma, dal '95, acclamati solisti della scena internazionale. Sempre a Roma, collabora inoltre da anni con la Chiesa Evangelica Luterana.
In Francia è la sola interprete straniera a figurare nelle collezioni organistiche della RCA Victor/BMG France, incisioni che le sono valse gli elogi di riviste quali Diapason, Répertoire, Organist's Review.
Livia Mazzanti ha inciso anche per Fonè, Argos, Continuo e partecipato all'integrale per organo di J. Guillou pubblicata dalla Philips/Universal, così come alla Scelsi Collection della Stradivarius. Ha inoltre al suo attivo la riscoperta e la registrazione, in prima mondiale per l'etichetta AEOLUS, dell'integrale di Mario Castelnuovo-Tedesco realizzata all'organo della Tonhalle di Zurigo. Nel 2011 ha esordito da solista all'organo della Philharmonie di Berlino.

In questo sito web facciamo uso dei cookies per consentirti di utilizzarlo più comodamente.

Usando questo sito web concordi con la nostra modalità di uso dei cookies.

Approvo