livia mazzanti

Livia Mazzanti Livia Mazzanti

Fin dagli esordi a Roma, negli anni ’80, Livia Mazzanti ha rivelato un ampio orizzonte interpretativo proponendo pagine organistiche di rara esecuzione e amando suggerire, nei suoi programmi di concerto, possibili affinità tra epoche e linguaggi diversi.
Diplomata in pianoforte, in organo e in composizione organistica, ha ricevuto poi un impulso decisivo dall’incontro con compositori quali Giacinto Scelsi e, più tardi, Jean Guillou sotto la cui guida si è a lungo perfezionata in Francia.
Premio Speciale della Giuria per le qualità musicali al Concorso Internazionale d’Organo di Roma del 1985, vince nel 1988 una Borsa di Studio del Governo francese e si stabilisce a Parigi dove, l’anno seguente, le verrà conferito à l’Unanimité du Jury il Diplôme de Concert della Schola Cantorum.
I suoi concerti l’hanno condotta a prodursi ovunque in Europa (Bath International Music Festival, Europalia  Internatinal Arts Festival di Bruxelles, Festival d’Orgue de Saint-Eustache a Parigi, Philharmonie di Berlino…), negli Stati Uniti, in Medioriente.
Sono sue l’ideazione e la direzione artistica di MUSICOMETA, il festival che ospita a Roma, dal ’95, acclamati solisti della scena internazionale. Sempre a Roma, collabora inoltre da anni con la Chiesa Evangelica Luterana.

In Francia è la sola interprete straniera a figurare nelle collezioni organistiche della RCA Victor/BMG France, incisioni che le sono valse gli elogi di riviste quali Diapason, Répertoire, Organist’s Review.
Livia Mazzanti ha inciso anche per Fonè, Argos, Continuo e partecipato all’integrale per organo di J. Guillou pubblicata dalla Philips/Universal, così come alla Scelsi Collection della Stradivarius. Ha inoltre al suo attivo la riscoperta e la registrazione, in prima mondiale per l’etichetta AEOLUS, dell’integrale di Mario Castelnuovo-Tedesco realizzata all’organo della Tonhalle di Zurigo.